Seminari 2018-19

Sono condotti da SAURO TRONCONI, scrittore e ricercatore, fondatore di Espande – Istituto per lo sviluppo dell’auto consapevolezza, con una metodologia formata da una serie di tecniche nate da una ricerca antropologica, che unisce assieme esperienze delle culture orientali all’idea di filosofia pratica occidentale. Esse portano alla ricerca del sé in maniera non analitica o psicologica, ma attraverso l’osservazione, il ricordo di sé e la presenza.

  • Per partecipare ai seminari è d’obbligo la prenotazione;
  •  per  informazioni e prenotazioni sui  seminari proposti chiamare il 3297226211
LIBERARSI DAI VELENI DELLA MENTE - Gli anticorpi della felicità - 6 ottobre 2018GLI ALGORITMI DELLA COSCIENZA - 9 dicembre 2018AMORE, SPIRITUALITA’ E PASSIONE CON LA BIOENERGETICA – 20 febbraio 2019COSI' NON E' SCRITTO - SEGNI, SCONGIURI E SIMBOLI PER MODIFICARE IL DESTINO - 15/17 marzo 2019AMARSI PER ESSERE AMATI - 18 maggio 2019PEDAGOGIA DELLA QUARTA VIA - GLI INSEGNAMENTI DI GURDJIEFF PER L'UOMO CONTEMPORANEO - 30 giugno 2019

LIBERARSI DAI VELENI DELLA MENTE: Gli anticorpi della felicità
Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

sabato 6 ottobre 2018, dalle 9.30 alle 16.00

Le nuove scoperte ed osservazioni su campioni di umanità ampissimi, possibili grazie all’avvento dell’interconnessione di massa ci hanno dimostrato che la nostra mente, cioè i processi di decodifica e visione di noi stessi e di ciò che ci circonda possono ammalarsi, possono essere contagiati con lo stesso processo che in biologia e virologia chiamiamo infezione, infezione da virus.

  1. Rendere forte la struttura cognitiva senza farla diventare rigida (eccesso di difesa)
  2. Utilizzare lo stesso procedimento usato dai vaccini, stimolare in una direzione precisa il sistema immunitario preparandolo ad una risposta immediata ed automatica in relazione al virus
  3. Interrompere l’automatismo dei cosiddetti neuroni specchio inserendo delle leve emozionali e mnemoniche
  4. Creare una difesa stabile in grado di auto proteggere senza creare schemi comportamentali rigidi.
  5. Ampliare la capacità cognitiva attraverso l’incremento dell’intelligenza emozionale, guidata verso la logica
  6. Abituare il sistema cognitivo ed interpretativo a seguire un ritmo elevato adattandosi al ritmo del nostro tempo
  7. Imparare ad allentare le difese automatiche che ci impediscono di entrare in profondità di conoscenza e sapienza perché tarate ad un livello basso di reattività.

GLI ALGORITMI DELLA COSCIENZA
Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi

sabato 9 dicembre 2018, dalle 9.30 alle 16.00

Ho trascorso tutta la vita a fare ricerche ed ho scoperto che gli esseri umani sono più di quello che nella nostra epoca appaiono, ho trovato sapienza e saggezza, ho trovato una profonda lettura dell’animo umano, delle sue aspettative e della coscienza.
Ma ho anche scoperto che in questa saggezza millenaria nulla viene lasciato al caso.
Gli algoritmi sono procedimenti sistematici di calcolo, significa che una serie di passi portano sempre al risultato.

Nei tradizionali percorsi di psicologia antica vi sono decine di algoritmi atti a condurre o a creare un particolare stato di coscienza, ma come si sa gli algoritmi cominciano a diventare potenti e portanti quando vengono assemblati assieme nel giusto modo.

Questo è lo scopo di questo seminario:
unire differenti algoritmi appartenenti a differenti culture in differenti tempi, per creare un effetto complessivo evolutivo e far ripartire quella meravigliosa “macchina” che è la nostra coscienza evolutiva.

 AMORE, SPIRITUALITA’ E PASSIONE CON LA BIOENERGETICA – 20 marzo 2019

 Seminario intensivo del Metodo Self con Sauro Tronconi

mercoledì 20 febbraio 2019, dalle 19.30 alle 23.00

Quando arrivai all’International Institute for Bioenergetic Analysis a New York nel 1982, avevo quasi 24 anni e mi sembrò di aver raggiunto un grande traguardo e invece la strada stava appena iniziando…. Quello che mi aspettava fu talmente inaspettato che mi spiazzò e in questo disorientamento imparai a fidarmi di quello che vedevo e di quello che il mio corpo sentiva….” (Sauro Tronconi)

Al di là dell’ideologia, quando un individuo inizia a diventare più sensibile, ad avere una percezione della sua vita più intensa e profonda, apre una porta che inizia a veicolare una enorme quantità di energia e relazione con ciò che lo circonda, con la sensazione di perdere quel controllo legato al suo io e alla sua identità che tanto faticosamente ha costruito nel corso della sua vita. Ha l’impressione di essere trascinato fuori dal suo spazio di sicurezza, dai suoi limiti. Essere più vivi e avere più sentimenti fa paura. Se una persona è sana vuole essere più viva, e sentire di più, ed è normale avere paura del cambiamento.

Cambiare, crescere, evolvere significa prima di tutto accettare di sentirsi; Lowen ci indica la strada maestra, il corpo. E’ dal corpo che si deve iniziare ad avere percezione di Sé, il corpo non mente e vive nel presente pur avendo una profonda memoria. Normalmente, l’individuo che riesce ad abbattere in modo significativo gli attriti determinati dalle spinte interiori, si scuote dal suo torpore in relazione ad eventi eclatanti o a shock. Questo individuo ha ben registrato in automatico, che sentire ed essere vivi, lo pone in una situazione di crisi e ne ha paura, una paura che normalmente non si palesa direttamente. Molti sviluppano sistemi anestetici, si affaccendano continuamente per non sentire, diventano frenetici ingigantendo i problemi quotidiani e trasformandoli in nevrosi per non incontrare se stessi. Ci teniamo occupati con problemi che dobbiamo far diventare sempre impellenti, non contenti cerchiamo di appesantire il coperchio sulla nostra essenza con droghe di ogni tipo dall’alcool agli psicofarmaci. Così facendo blocchiamo ogni spinta evolutiva interiore, che diviene fonte di sofferenza, perché ci ostiniamo a combattere e reprimere la nostra natura profonda che è sempre evolutiva.

La ciliegina sulla torta è data dal fatto che ci convinciamo e cerchiamo continui rinforzi esterni per confermarci che la vita sia da dominare, da piegare alle nostre esigenze, senza comprendere che null’altro facciamo che spegnere la parte più importante e vitale del nostro essere. Crediamo che abbandonarsi alle emozioni sia pericoloso, e ci convinciamo di essere tenuti a dimostrare di essere, piuttosto che essere realmente, fare di più e sentire di meno. La frenesia diventa la nostra realtà di vita, mentre ci illudiamo che questo ci renda felici e dia un senso alla nostra esistenza.

Alexander Lowen ritrova il corpo. Dice chiaramente che noi siamo prima di tutto corpo nel mondo e cerca attraverso la semplicità e la chiarezza del corpo, di liberare le emozioni e le spinte evolutive più potenti. In qualche modo egli inverte il processo, non più vedere solo l’uomo attraverso la mente o attraverso la coscienza, ma dal corpo alla coscienza di sé.

• Il grounding di Lowen diviene integrale se cominciamo a percepire noi stessi, i nostri processi, l’insieme di ciò che siamo. Il grounding diviene un simbolo, come direbbe Jung, del nostro rapporto con la realtà.

• La pancia e la respirazione addominale. L’approfondire la respirazione, l’allentare le tensioni che costringono le pulsioni dell’energia sessuale, come indica Lowen, diventano simbolo di soddisfazione, felicità, affettività completezza vitale e intelligenza del vivere.

• Il mio corpo nel mondo è accettazione della materia, ma diviene anche attraverso la percezione di se stessi, non solo mentale, ma anche di emozione e sensibilità, individuo reale nel mondo.

• La spiritualità non è più un elemento distaccato e mentale del nostro vivere, ma parte integrante della realtà, una vela che ci spinge verso nuove mete da esplorare.

Così non è scritto – Segni, scongiuri e simboli per modificare il destino
Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi
da venerdi 15 Marzo @ 21:00 a domenica 17 Marzo @ 16:00

Info: 0542683774

Primo seminario residenziale a Venezia, con ritmi e assonanze particolari. Alloggeremo a Palazzo Malipiero che sarà tutto riservato da noi. A palazzo mangeremo assieme e lavoreremo nella sala di lavoro adibita.

Questo seminario, trarrà spunto dai luoghi della storia secolare di Venezia, per fare un viaggio di coscienza unico, sarà diviso in due parti, la prima si intitola “Così non è scritto” e sarà un percorso di conoscenza per comprendere come molti uomini, anche se ben consci del fato, avessero però trovato modi per alterarlo a loro favore, o per lo meno con meno variabili distruttive possibile.

Può sembrare un percorso legato alla superstizione, ma in realtà esiste un collegamento diretto con la tecnica e la scienza della nostra epoca, scopriremo che alcuni pensieri e simboli creano delle alterazioni nel processo cognitivo e cambiano la relazione con la realtà, cambiando davvero ciò che sarebbe dovuto essere in altro.

La seconda parte del seminario è un viaggio vero e proprio, un viaggio attraversando le acque per arrivare all’isola di Torcello, la prima Venezia, ove troveremo una apparente stranezza, “Osiride a Torcello, le porte dell’oltretomba”, entreremo in luoghi carichi di spiritualità e legati alle porte del passaggio, ma anche alla netta divisione che gli antichi facevano tra il mondo dei vivi e quello dei morti e di nuovo incontreremo il destino e ciò che rappresenta.

Amarsi per essere amati
Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi
sabato 18 Maggio 2019 dalle 09.30 alle 16:00

“Ama il prossimo tuo come te stesso” non è solo un’azione altruista, ci parla di una condizione fondamentale nello sviluppo interiore, la capacità di amarsi. Un amore dato a se stessi nel senso più alto, non certo come atto egoistico, ma come relazione con il cosmo e la bellezza.

Pedagogia della quarta via – Gli insegnamenti di Gurdjieff per l’uomo contemporaneo
Seminario del Metodo Self con Sauro Tronconi
domenica 30 Giugno 2019 dalle 09.30 alle 16:00

L’insegnamento della quarta via, proprio per la sua dinamica variabilità, il suo adattarsi alla società e al ritmo di vita degli uomini in ogni momento storico si può definire a pieno titolo una disciplina umanistica. È lo studio dell’uomo nella sua interezza, nel suo intero ciclo di vita, si adatta ad ogni periodo della vita, si occupa degli approcci relativi a tutti i compiti evolutivi dello sviluppo.

Serve dunque l’approccio teorico, lo studio delle basi del processo in cui da individuo semiconscio e alieno a se stesso l’Uomo può divenire cosciente di sé. Serve anche l’approccio pratico per portare l’antico insegnamento a nuova vita nella quotidianità.

Un seminario di studio, di pensieri/memi antichi, che diventano nuovi e agiscono con nuova energia vitale.

Obbiettivi/risultati

Imparare a coltivare in se stessi e nella propria esperienza di vita l’educazione alla libertà interiore, allo stato di veglia, alla sperimentazione di un livello diverso di capacità mentali e mnemoniche.

Per approfondire sui seminari del Metodo Self

Attività riservate ai Soci – Tessera Arci